Spiaggia di Rena Bianca

Santa Teresa di Gallura

Santa Teresa di Gallura è un comune che conta circa 5.000 anime, situato nella zona nord-est della Sardegna, nella provincia di Olbia-Tempio.

Il centro del paese si sviluppa intorno a due insenature: quella di Rena Bianca e quella di Longone.

È possibile raggiungere il paese dall’ aeroporto di Olbia, che dista soltanto 60 km da Santa Teresa; sempre ad Olbia è possibile giungere tramite traghetto: il suo scalo marittimo infatti è collegato con quelli di Civitavecchia, Genova, Savona e Napoli.

A prima vista, l’insediamento di Santa Teresa di Gallura potrebbe essere considerato giovane, poiché il paese è stato fondato nei primi anni dell’ ‘800, ma in realtà l’insediamento può vantare un’origine che risale al 4.000 a.C., in epoca Nuragica.

Vista Capo Testa
Vista Capo Testa – Foto di Steffi_Franco. CC2.0

Nei dintorni, oltre alle spiagge meravigliose, sono numerose anche le testimonianze storiche di popolazioni nuragiche: ad esempio, si può pensare ad importanti siti come quello di Capo Testa, in cui si possono ancora ammirare le fondamenta delle capanne e i resti dei recinti per gli animali, o anche a quello di Lu Brandali.

La maggior parte del turismo della zona, però, è maggiormente attratta dalle splendide spiagge e calette che costellano la costa su cui si affaccia il paese. Un esempio di tali meraviglie è costituito dal fiordo su cui sorge Porto Pozzo: questo territorio infatti è costituito da un’area umida, ricca di stagni che comunicano direttamente col mare e contornati da ginestre in fiore, lavanda, papavero di mare, corbezzoli, mirti ed erica.

Il microclima della zona, chiamata Conca Verde, permette anche d’estate la crescita di una grande varietà di specie floreali, che si sposano bene con l’accogliente centro balneare/turistico in cui la zona si è trasformata di recente. Una spiaggia da non perdere in zona è quella della Licciola.

Nelle vicinanze di Santa Teresa di Gallura, inoltre, si trova la splendida spiaggia di Rena Majore: costituita da lunghe dune di sabbia bianca e finissima, si estende per circa 1 km nei pressi della foce del rio Cantaru.

Alle spalle della spiaggia, trova posto una meravigliosa pineta. Nell’area del paese, si trovano anche la zona di Capo Testa, con il suo faro cui purtroppo non si può accedere ma da cui si snodano diversi sentieri che conducono a calette meravigliose e appartate, con arenili formati da piccoli granelli granitici.Sempre incastonata in un meraviglioso arenile granitico, troviamo l’insenatura di Cala Spinosa.

Spiaggia di Rena Bianca
Spiaggia di Rena Bianca – Foto di Pedro Cerqueira CC2.0

Vicino esiste anche una gola chiamata La Valle della Luna: anche in questo caso, le rocce sono di granito, così come i sassolini che compongono la spiaggia. In questi ultimi anni, le rocce che circondano la spiaggia sono state abbellite dagli artisti locali con numerosi murales.

Uscendo invece da Santa Teresa verso Sassari si percorre una strada che, oltre a permettere un giro panoramico attorno al porto, ci porta in direzione di Punta Falcone, il territorio più a nord di tutta la Sardegna. Nelle vicinanze si trova la spiaggia de La Marmorata, sicuramente una delle più belle della costa della Gallura: la sua acqua tra il verde e l’azzurro presenta una trasparenza davvero cristallina. Numerose in questa area sono le insenature, tutte però difficilmente raggiungibili se non tramite l’uso di un gommone: una di esse è Cala Macchia Mala, cui è possibile acceder da Porto pozzo.

Poco più a sud, invece, si trova la spiaggia di Cala Sambuco, che presenta uno scorcio di litorale assolutamente da vedere.Una piccola stradina vicina alla frazione di Porto Pozzo, invece, ci porta alla spiaggia di Porto Liscia, che confina col comune di Palau, molto lunga e caratterizzata da ampie dune, vicino cui scorre il fiume omonimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *